Un giorno nei primi secoli

Un giorno nei primi secoli

Il clero cristiano e maomettano esercitarono una notevole influenza sul cambiamento delle nozioni riguardo alla misurazione del tempo. Come sappiamo, come comandato da Muhammad, Gli arabi dovevano dire le loro preghiere in certe ore del giorno. Anche la Chiesa cristiana ha imposto obblighi simili. W II e III w. introdotto ad es.. tre ore canoniche (ore canoniche). Allora - sette, vale a dire: mattina (mattutino), la terza ora della prima ora, (il terzo - a metà mattina), sesta ora (sei - mezzogiorno), nona ora (nove - nel mezzo del pomeriggio), vespera (vespri - prima del tramonto) io compimento (preghiera della sera, cadendo ai soli occidentali).

Le ore sono state contate come in Egitto - dall'alba al tramonto, quindi da 1 fare 12. Con il tempo nei monasteri un'ora 6 (sesta ora) sostituito 9 (nona ora). Nella vita di tutti i giorni, però, era ancora mezzogiorno 6.

Per ordine di papa Sabiniano (604—606) queste ore sono state annunciate dal suono delle campane. Inoltre, questo ordine si applicava anche al posizionamento delle meridiane sui campanili delle chiese, contribuendo alla divulgazione della misurazione del tempo e alla sua applicazione nella vita di tutti i giorni.

Poco si sa delle prime meridiane nell'Europa altomedievale. Ne troviamo la maggior parte in Inghilterra. Sono tra i più antichi: w Bewcastle Cross (con circa. 670), w Kirkdale (z XI w.) io sono Bishopstone (z XI w.).

In Polonia, hanno cominciato a diffondersi solo dopo l'adozione del cristianesimo. Secondo la cronaca di Gallo, La meridiana si trovava negli anni 1107-1108 sulla chiesa di Spicymierz. La meridiana più antica - conservata fino ad oggi - si trova sulla chiesa di Stróżyska, e viene dal quattordicesimo secolo.

L'arte di costruire orologi solari non fiorì veramente fino al XVII e XVIII secolo. Questi erano, tuttavia, orologi già raffinati, indicando un'ora abbastanza precisa (nelle antiche meridiane l'asta dello gnomone era perpendicolare al quadrante, negli orologi moderni, l'asta è inclinata rispetto al quadrante di un angolo adeguato alla latitudine di una data località).

La divulgazione della meridiana fu senza dubbio un progresso in Europa a quel tempo, ma… progresso relativo. Per quanto riguarda l'arte di costruire orologi e la capacità di usarli, allora eravamo più arretrati dei babilonesi, egiziani e cinesi 2000 anni prima. La questione è stata complicata da quella adottata in Europa, ereditato dai romani e dai greci, Sistema egiziano di "ore disuguali". È stato un serio freno sulla via dell'ulteriore sviluppo degli orologi. per fortuna, capito qual era il problema. E così ci sono nuovi orologi, e con loro - una nuova "età dell'orologio".